Offerte

La Misericordia di Pontremoli

(Organizzazione non Lucrativa  di Utilità Sociale – ONLUS) 
non persegue alcuna finalità di lucro ed opera dal 1262  grazie ai generosi contributi della popolazione.
 
Se volete continuare a sostenerci potete effettuare la Vostra offerta sui seguenti conti correnti bancari:
 
 
Banca  CARIGE
Piazza della Repubblica
54027 Pontremoli
IBAN    IT 62 V 06175 69960 000080515680
 
————-
 
Cassa di Risparmio della Spezia
Via Ricci Armani
54027 Pontremoli
IBAN    IT 52 M060 3069 9600 0003 5669 571 
————-
 
Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno
Via Sismondo
54027 Pontremoli
IBAN  IT47  L050 3469 9600 0000 0121 532

————-

Monte dei Paschi di Siena

Via Pietro Bologna
54027 Pontremoli
IBAN IT09  B010 3069 9600 0000 0881062

————-

Oppure utilizzando il seguente
Conto Corrente Postale
IBAN    IT25 T076 0113 6000 0001 1062 544
 
 ..  .
Intestata a:
 ..
Venerabile Confraternita della Misericordia
Via Pietro Cocchi n. 10
54027 Pontremoli (MS)
 
..
  ..
Dal 1° gennaio 2015 è aumentato l’importo massimo sul quale spetta la detrazione, pari al 26 per cento a decorrere dall’anno 2014, per le erogazioni liberali in denaro a favore delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale.

Fino al 31 dicembre 2014, le persone fisiche che effettuano erogazioni liberali in denaro alle ONLUS potevano scegliere di fruire della detrazione dall’Irpef nella misura del 26% da calcolare su un importo massimo di 2.065,83 euro.

Con il Decreto di Stabilità, all’art. 15, vengono sostituite le parole: «per importo non superiore a 2.065 euro annui» con: «per importo non superiore a 30.000 euro annui». Le disposizioni si applicano a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014.

È necessario che le erogazioni siano effettuate tramite: versamento postale o bancario o con carte di credito, carte prepagate, assegni bancari o circolari.

Per quanto riguarda la deduzione delle erogazioni delle imprese (Art.100 c.2] lettera h] D.P.R. 917/86 Oneri di utilità sociale) – (imprenditori individuali, società di persone, società di capitali, enti commerciali, eccetera), a fronte di erogazioni liberali in denaro a favore delle organizzazioni suddette potevano dedurre (fino al 31 dicembre 2014) dal reddito di impresa un importo non superiore a 2.065,83 euro o al 2% del reddito di impresa dichiarato.

Con il Decreto di Stabilità, all’art. 100, vengono sostituite le parole: «per importo non superiore a 2.065,83 euro annui» con: «per importo non superiore a 30.000 euro». Le disposizioni si applicano a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014.

 

Per le offerte erogateci in CONTANTI verrà comunque da noi rilasciata una ricevuta tuttavia NON VALIDA AI FINI FISCALI PER LA DEDUZIONE O LA DETRAZIONE in sede di dichiarazione dei redditi.

 

Grazie per il Vostro sostegno!

 

“DIO TI  RENDA  MERITO !”